[vc_row][vc_column][vc_column_text]

Un nuovo Battle Royale in arrivo su Xbox One. Ma stavolta potrebbe avere una marcia in più.

Oramai i giochi nati come mod di altri giochi sono una realtà entrata a pieno titolo nel mercato videoludico. Vi abbiamo abbondantemente parlato di Playerunknown Battlegrounds, ma ne esistono altri che per il momento sono in fase di sviluppo ed hanno riscosso un successo non indifferente tra i giocatori PC. Cogliamo oggi l’occasione per parlarvi di DayZ, dato il recentissimo annuncio di lancio entro l’anno su console Xbox One (in versione Game Preview) e in seguito “eventualmente” anche su PS4.

Evidentemente gli sviluppatori hanno deciso di cavalcare l’onda PUBG – ad oggi a quota 4 milioni di giocatori attivi solo su Xbox One – e tentare di sfondare sul mercato console, oltre che su PC, dove DayZ può vantare di una discreta base di giocatori attivi.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_raw_html]JTNDYmxvY2txdW90ZSUyMGNsYXNzJTNEJTIydHdpdHRlci10d2VldCUyMiUyMGRhdGEtbGFuZyUzRCUyMml0JTIyJTNFJTNDcCUyMGxhbmclM0QlMjJlbiUyMiUyMGRpciUzRCUyMmx0ciUyMiUzRVllcyUyMSUyMENvbWluZyUyMHRvJTIwWGJveCUyMEdhbWUlMjBQcmV2aWV3JTIwYXQlMjBzb21lJTIwcG9pbnQlMjB0aGlzJTIweWVhciUyQyUyMHdlJUUyJTgwJTk5cmUlMjBub3QlMjBzdXJlJTIwYWJvdXQlMjBQUzQlMjB5ZXQlMkMlMjBidXQlMjB3ZSVFMiU4MCU5OWxsJTIwcmVsZWFzZSUyMHRoZXJlJTIwdG9vJTJDJTIwZXZlbnR1YWxseSUyMC0lMjBqdXN0JTIwZG9uJUUyJTgwJTk5dCUyMGtub3clMjB3aGVuJTIweWV0LiUzQyUyRnAlM0UlMjZtZGFzaCUzQiUyMERheVolMjBEZXZlbG9wbWVudCUyMCUyOCU0MGRheXpkZXZ0ZWFtJTI5JTIwJTNDYSUyMGhyZWYlM0QlMjJodHRwcyUzQSUyRiUyRnR3aXR0ZXIuY29tJTJGZGF5emRldnRlYW0lMkZzdGF0dXMlMkY5NjAzMDc3Njg0NTU0OTk3NzYlM0ZyZWZfc3JjJTNEdHdzcmMlMjU1RXRmdyUyMiUzRTUlMjBmZWJicmFpbyUyMDIwMTglM0MlMkZhJTNFJTNDJTJGYmxvY2txdW90ZSUzRSUwQSUzQ3NjcmlwdCUyMGFzeW5jJTIwc3JjJTNEJTIyaHR0cHMlM0ElMkYlMkZwbGF0Zm9ybS50d2l0dGVyLmNvbSUyRndpZGdldHMuanMlMjIlMjBjaGFyc2V0JTNEJTIydXRmLTglMjIlM0UlM0MlMkZzY3JpcHQlM0UlMEE=[/vc_raw_html][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_column_text]Il gioco nasce come una mod ufficiale per Arma 2, ma nel dicembre 2013 lo studio Bohemia Interactive decide di pubblicarlo in versione Stand Alone su Steam. DayZ si trova tutt’ora in versione beta ed entrerebbe nel mercato console attraverso il programma “Game Preview” di Microsoft entro la fine del 2018. Ciò vuol dire – è bene ricordarlo – che la versione accessibile tramite lo store di Xbox non sarà completa, ma parziale; non è detto inoltre che venga completata. L’altro lato della medaglia è che si avrà la possibilità di acquistarlo in copia digitale ad un prezzo ribassato proprio per via della sua natura di gioco incompleto.

DayZ somiglia in tutto e per tutto a PUBG, specialmente negli ambienti di gioco, ma ha alcuni elementi che ne aumentano la complessità e lo rendono più realistico. L’ambiente di gioco si estende per 225 km quadrati ed è collocato in una regione fittizia dell’Ex Unione Sovietica. Il giocatore inizierà la sua corsa per la sopravvivenza in un punto qualsiasi della mappa, con un equipaggiamento estremamente ridotto e sprovvisto di armi. Come accade in PUBG, il primo obbiettivo sarà quello di recuperare equipaggiamento sempre migliore per sopravvivere al nemico principale: gli zombi. Il mondo di gioco è uno shared world, ciò significa che si potrebbero incontrare altri giocatori anch’essi impegnati nella lotta per la sopravvivenza. A differenza dei calssici Battle Royale, in DayZ non è un obbligo dare la caccia agli altri giocatori. Anzi, in alcuni casi si potrebbe decidere di collaborare per avere più chance di sopravvivenza. Per semplificare le eventuali collaborazioni, Bohemia Interactive ha introdotto una chat vocale che coinvolge tutti i giocatori vicini l’uno all’altro. Ma non sempre è conveniente collaborare, specialmente se si decide di non voler condividere il proprio equipaggiamento con uno sconosciuto.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_column_text]

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_column_text]Ma esistono nemici ben più nascosti in DayZ e difficili da eliminare. Stiamo parlando di malattie e stati di malnutrizione, sete o dissanguamento, infezioni e perfino le condizioni atmosferiche che influenzeranno il personaggio. Se si assumessero ad esempio cibarie trovate per terra in qualche casa sperduta nella campagna si potrebbe incappare in alimenti contaminati e contrarre la dissenteria, o peggio, il colera. Ad ogni malattia corrisponde una medicina specifica che andrebbe ricercata all’interno di appartamenti o cliniche ed ospedali, pena un lento logoramento che può portare alla perdita parziale della vista o di altri sensi e in alcuni casi alla morte. Lo stesso accade per le ferite: se un giocatore venisse morso da uno zombi o colpito da un proiettile dovrebbe trovare delle garze per tamponare la perdita di sangue o un kit medico per disinfettare la ferita ed evitare che l’infezione peggiori.

Con le ultime release della beta è stata introdotta anche la possibilità di cacciare animali e cucinare i cibi, così da uccidere eventuali batteri e procacciarsi il cibo in autonomia, senza dover rischiare la vita entrando in centri abitati o strutture popolate di zombi.

DayZ entrerà nel programma Game Preview entro la fine dell’anno corrente, ma gli sviluppatori non si sono sbilanciati con una data precisa. Hanno parlato anche di una “eventuale” versione per PlayStation 4, ma in questo caso non sono state rilasciate ulteriori informazioni, quindi si presume che sulla console nipponica non arriverà prima del prossimo anno.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_video link=”https://youtu.be/IClZBVQ2lo0″][/vc_column][/vc_row]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *